Category : Senza categoria

HomeArchive by Category "Senza categoria"
Read More
il-serpente-prudente

Il Serpente Prudente – Un anno di serpenti

n. 40 (18/09/2017)

“Un anno di serpenti”

Un anno fa iniziava la pubblicazione di questa rubrica, con la prima puntata intitolata Presentazioni e precisazioni. Trascorso questo lungo periodo, e giunti ormai alla quarantesima puntata, credo opportuno formulare un bilancio di questa esperienza.

Le intenzioni, che originariamente erano state poste alla base del Serpente prudente, erano quelle di cercare di riflettere in maniera autonoma e propositivamente critica su fatti dell’attualità, alla luce della fede. A quelle, nel corso delle puntate si sono aggiunti altri spunti di indagine, più concentrati sul dettato evangelico. Infatti, alcuni interventi hanno cercato di analizzare il senso vero della fede cristiana, circoscrivendone i contorni in maniera meno sfumata e superficiale.

Se la fede presuppone un “fare” e non soltanto un affidamento più o meno consapevole a Dio, c’è da capire “cosa” fare. E nelle tre puntate dedicate alle esortazioni pasquali al digiuno, all’elemosina e alla preghiera, ho cercato di delineare un percorso pratico e concreto di come vivere il proprio essere cristiani. Ma il “cosa” fare ha bisogno di un “tempo” e di una prospettiva. Il tempo è quello della vita biologica di un individuo: è l’intera vita che deve tendere verso la prospettiva di compimento della volontà divina; la prospettiva è quella non di mettere in pratica un precetto per precostituirsi la moneta di scambio per un miracolo o un intervento divino: il vivere la fede è utile per farsi un tesoro nel regno dei cieli.

Gli anniversari legati alle apparizioni della Madonna sono stati lo spunto per alcune puntate che invece hanno cercato di fare il punto su quale sia il ruolo di Maria e dei santi nella fede del cristiano.

Più recenti puntate hanno invece cercato di fare il punto sul ruolo del cristiano intellettuale, su cosa significhi essere un costruttore di pace, e, sulla scorta della risposta che Pietro da a Gesù quando questi chiede agli apostoli chi credono egli sia, sulla necessità di guardare all’essenziale delle cose.

 Quando è iniziata l’avventura di questa rubrica, chiudevo la prima uscita con l’augurio che, condividendo queste riflessioni attraverso un mezzo di diffusione praticamente illimitata come un sito internet, ci potesse essere un dialogo e una discussione con quanti approvassero o disapprovassero le idee espresse dal Serpente prudente. La qual cosa finora è stata solo occasionale e limitata a pochi amici, che mi hanno fornito preziosi spunti ed indicazioni.

Ecco: ad un anno di distanza rinnovo nuovamente quell’augurio a non lasciare che questa rubrica sia un esercizio monologante, ma di partecipare con idee e spunti anche di critica purché propositiva. La fede, infatti, non è qualcosa che si vive in solitudine, ma s’arricchisce anche attraverso il confronto dialettico con gli altri.

 

Vincenzo Ruggiero Perrino

Read More
20160911_152302209_ios

Mini tastiera Mii da iClever – LA NOSTRA RECENSIONE!

In una vita sempre più movimentata la tascabilità e la portabilità sono diventati fattori determinanti. Il prodotto che stiamo per mostrarvi risulta utile anche per i possessori di una Smart TV o per i più disparati TV Box!

Oggi sotto la nostra lente c’è una mini tastiera realizzata da iClever, nome in codice IC-RF02, avrà soddisfatto le nostre aspettative?

Confezione e contenuto

La confezione risulta interamente costruita in cartone, sul fronte possiamo apprezzare il tipo di prodotto contenuto e alcune caratteristiche dello stesso! All’interno troviamo

  • Rii mini tastiera
  • Cavo per la ricarica
  • Manuale d’uso
  • HISCARD

Il cavo presente in dotazione è di ottima fattura e non ho riscontrato alcun problema durante le varie ricariche.

[gallery columns="4" ids="2427,2428,2426"]

Design e materiali

Il corpo della tastiera è interamente realizzato in plastica dura di buona fattura, la quale rilascia un ottimo feedback tattile; quest’ultima caratteristica è accompagnata da un ottima impugnatura data la forma simil-joystick! Sul fronte troviamo i 92 tasti alfanumerici di tipo qwerty ed un touchpad, non mancano a tal proposito i tasti multimediali e delle scorciatoie che consentono un utilizzo più comodo ed immediato della tastiera. 20160911_152302209_iosSono rimasto piacevolmente colpito dalla comodità con cui si premono i tasti, essi risultano gommati e durante la pressione si percepisce una corsa corta ma decisa, così da evitare click accidentali durante l’utilizzo! Come dichiarato precedente, nella zona superiore è presente un touchpad di dimensioni abbastanza contenute, questo risulta liscio al tatto e percepisce abbastanza bene il nostro input. Nella zona di comando touch troviamo anche delle mappature informative, questo perché è presente il supporto alle gesture e al multi-tocco.71adkdhbkml-_sl1500_ Un plus di questo prodotto sono i led, il cui scopo è quello di segnalarci lo stato di ricarica e di connessione. Sul lato frontale troviamo lo switch per l’accensione e l’ingresso per la ricarica della batteria, la stessa batteria risulta removibile slittando e aprendo il coperchio posto anteriormente. 61lqbo1omfl-_sl1200_In questa zona è alloggiato anche il dispositivo USB che si andrà a collegare alla nostra macchina per il corretto funzionamento!

[gallery columns="2" size="medium" ids="2434,2435"]

 

Sono rimasto altamente soddisfatto sotto questo punto di vista anche grazie all’assenza di fouling e ad un corpo con dimensioni ridottissime, pari a 18,2 x 10,6 x 2,8 cm con un relativo peso di 200 g.

Funzionamento

Il funzionamento è molto intuitivo, basta infatti collegare il dispositivo USB presente in dotazione per stabilire una connessione a 2,4 GHz, il raggio d’azione per il tipo di strumento è ampio, infatti esso è pari a 10 metri! La batteria è di 800mAH e assicura 25 ore di utilizzo, questo anche grazie alla modalità sospensione che si attiva dopo alcuni minuti che la tastiera non viene utilizzata!

La compatibilità viene offerta per

  • Windows (2000 e superiori)
  • Linux
  • Debian-3.1 (o eventuali versioni successive)
  • Redhat-9.0 (o eventuali versioni successive)
  • Ubuntu-8.10 (o eventuali versioni successive)
  • Fedora-7.0 (o eventuali versioni successive)

iClever non nomina il robottino verde di casa Google, questo perché alcuni tasti funzione (come home, undo, multitasking) non sono riconosciuti correttamente, a mio modo di vedere non è nulla che compromette il reale funzionamento del dispositivo, essendo esso anche pensato per le TV Box!nexus2cee_nav_final-01-1

Conclusione

Consiglio l’acquisto di questo prodotto, anche se non al momento, può risultare sempre utile! Potete acquistarlo su Amazon al prezzo contenuto di 12,99€ con possibilità di spedizione gratuita è in un giorno per gli abbonati Prime.


Acquistalo su Amazon | 12,99€

Read More
61on3wfzj9l-_sl1000_

Caricatore con 5 porte USB e QC da Lumsing – LA NOSTRA RECENSIONE!

La maggior parte dell’utenza possiede sicuramente più di 3-4 device che richiedono una ricarica, pensiamo ad uno smartphone, tablet, pc o fotocamere. Proprio per questo motivo Lumsing ha avuto l’idea di realizzare un caricatore da muro con cinque uscite USB, di cui una QC 2.0… Andiamo a scoprirlo!

Confezione e contenuto

La confezione in cartone riporta una simpaticissima mappatura a macchie con sopra rappresenta l’immagine stilizzata del prodotto insieme al badge della casa produttrice! All’interno troviamo

  • Caricatore da muro
  • Manuale d’uso

Sottolineo che nella scatola, come ci si aspettava, non è presente alcun cavo USB!20160911_101420764_ios

Design e materiali

Il corpo di questo prodotto è ruvido e risulta molto piacevole al tatto, durante l’utilizzo non ho riscontrato danneggiamenti vari e il design è rimasto intatto; non mancano però presenze di fouling dovute ad un normale utilizzo. Sul lato troviamo la stampa “Lumsing” in colore grigio, che si contraddistingue dal resto del corpo. Sul fronte sono presenti cinque porte USB Type-A in uscita, esse sono accompagnate da una mappatura grigia che indica la tipologia della porta, Quick Charge o Smart! Per il resto il prodotto è estremamente pulito e minimale dunque mi sento di promuovere a pieni voti il design, fattore determinato anche dalle dimensioni pari a 13,4 x 11 x 4 cm con un relativo peso di 200 g.fantasia-painting

Funzionamento

Il funzionamento è pressoché intuitivo e facile, basta infatti collegare il caricatore a muro e successivamente scegliere le porte USB da utilizzare! Le quattro porte USB Smart offrono un’uscita massima di 2,4 A in contemporanea, a tal proposito Lumsing dichiara che è presente un DeviceID che riconosce il dispositivo elettrico collegato così da offrire la miglior esperienza d’uso possibile. L’ultima porta in fondo è di tipo Quick Charge 2.0 e si contraddistingue dal suo colore arancione, questa porta consente di ricaricare i dispositivi compatibili ad una velocità fino al 75% più veloce rispetto ad un caricatore standard! 61zbtfiqkcl-_sl1000_

Inutile dirvi che non ho riscontrato alcun problema nel caricare cinque dispositivi collegati contemporaneamente. Durante l’utilizzo non ho riscontrato alcun surriscaldamento di sorta, questo grazie anche al chipset di controllo integrato e ad un dissipatore; non manca ovviamente un sistema di protezione a 360 gradi in grado di garantire la massima sicurezza del dispositivo!61skllawill-_sl1000_

Caratteristiche tecniche

Max. Corrente di Uscita: 40W
Ingresso: AC 100-240V 50/60Hz
Uscita Max. Totale: 5V/8A
Uscita: Arancione QC 2.0 Port – 5V/2.4A, 9V/1.67A,12V/1A
Blu Porte Smart Power – 5V/2.4A

Conclusione

Questo prodotto si è rivelato un ottimo compagno, assolutamente trasportabile e una possibilità di ricarica niente male! Il prezzo è di 20,99€ e a mio modo di vedere per questo prodotto sono spesi più che bene.


Acquistalo su Amazon | 20,99€

Read More
51t84zIhUSL._SL1000_

Cavo Lightning MFI in nylon da Coolreall – LA NOSTRA RECENSIONE!

È ormai risaputo che il cavo lightning presente in dotazione con i dispositivi Apple non vanta di grande robustezza, ciò favorisce indubbiamente un’usura con il passare del tempo.

Coolreall ha pensato e costruito un cavo Lightning rivestito in nylon. Andiamo a vederlo!

Confezione e contenuto

La confezione è interamente realizzata in cartone e su di essa si può apprezzare l’immagine stilizzata del prodotto con le annesse caratteristiche. Al suo interno troviamo:

  • Cavo
  • Manuale d’uso[gallery ids="2399,2400,2401"]

Caratteristiche e funzionamento

Il corpo rivestito in nylon restituisce un ottimo feedback tattile e grande resistenza  offerte dalle caratteristiche del materiale in questione. Il cavo presenta da un lato una USB Type-A mentre dell’altro un’uscita Lightning, in prossimità dell’estremità è presente il badge della casa produttrice così come sul nastrino con chiusura in velcro posto al centro.

Il cavo è lungo 1m e vanta della certificazione MFI (Made For Iphone) dunque offre assoluta compatibilità con i dispositivi della casa di cupertino.

[gallery ids="2402,2403"]

Conclusione

Consiglio l’acquisto di questo prodotto a tutti coloro che cercano un degno (forse anche molto migliore!) sostituto al cavo Apple.

Potete acquistarlo su Amazon al presso di 9,99 € con la possibilità di spedizione gratuita in 1 giornoper gli abbonati prime!


Acquistalo su Amazon | 9,99€

Read More
71ndATWep+L._SL1500_

Powerbank QC 20000mAH da Aukey – LA NOSTRA RECENSIONE!

Data l’enorme richiesta di energia da parte dei nostri dispositivi, Aukey ha pensato bene di realizzare un Powerbank dalle ottime caratteristiche! Oggi sotto la nostra lente c’è il PB-T10-YYIT, 20000mAH tutti da sprigionare, superbo!

Confezione e contenuto

La confezione è interamente realizzata in cartone riciclabile, essa riporta la stampa del prodotto con annesse specifiche e caratteristiche tecniche! All’interno troviamo:

  • Caricatore portatile
  • Cavo Micro-USB
  • Manuale d’uso

Il cavo in dotazione è di ottima fattura, pecco però di lunghezza, infatti esso è lungo 20 cm; appena sufficiente!

[gallery ids="2388,2389,2390"]

Design e materiali

Il design del prodotto in analisi restituisce un buon feedback visivo nonostante una costruzione con materiali non propriamente premium! Il corpo è totalmente realizzato in plastica dura di ottima fattura, le dimensioni sono molto importanti così come il peso, in dettaglio sono: 16,2 x 10,4 x 3 cm / 422 g!

Nella parte superiore troviamo il tasto di accensione con un led di ricarica mentre sul fronte sono presenti due porte USB in uscita e due ingressi in entrata per la ricarica a 5V 2A, di tipo Lightning e Micro-USB! Non manca un LED il cui scopo è quello di essere utilizzato come torcia in caso di emergenze. Sul retro troviamo invece le caratteristiche tecniche del Powerbank!

[gallery columns="2" ids="2392,2391"]

Caratteristiche e funzionalità

Aukey è il marchio con più vendite di dispositivi Quick Charge 3.0 su Amazon, autorizzato e certificato da Qualcomm per usufruire di tale tecnologia! A tal proposito Aukey ha avuto la genialata di inserire un uscita Quick Charge al fianco di una porta con uscita moderna standard. Cos’è la tecnologia Quick Charge? Questa tecnologia consente di ricaricare i dispositivi compatibili (QC 1.0, 2.0, 3.0) con una velocità fino a quattro volte più veloce rispetto ad un uscita normale e del 45% più veloce rispetto alla tecnologia Quick Charge 2.0. Non tutti possediamo un device con tale tecnologia, dunque Aukey ha prontamente integrato la tecnologia Aipower la quale consente di ricaricare dispositivi non QC in quell’ingresso senza correre alcun rischio di sorta! Le protezioni integrate proteggono i dispositivi collegati e lo stesso Powerbank da eventuali sovracorrenti, surriscaldamenti è sovraccarichi! Altra caratteristica degna di nota è la presenza di un ingresso Lightning, sicuramente una manna dal cielo per i possessori di un meladevice che non dovranno più portarsi dietro due differenti cavi! Andiamo a parlare della reale efficacia ed efficienza del prodotto, esso si ricarica in circa 15 ore e permette di ricaricare un dispositivo mobile di alta gamma dalle sette alle otto volte, per una reale energia di circa 18000mAH, assolutamente un ottimo risultato! Spulciando online ho riscontrato un problema che affligge alcuni Powerbank, in certi casi la ricarica veloce di Qualcomm non funziona, per ovviare e risolvere questo problema basta semplicemente spegnere e riaccendere il prodotto premendo il tasto posto sulla superficie superiore.

Di seguito i dispositivi (settembre 2016) con la tecnologia QC 3.0:

  • HTC One A9
  • Samsung Galaxy S7/S7 Edge
  • LG G5
  • Xiaomi 5

Vorrei chiudere questa carrellata di caratteristiche tecniche focalizzandomi sul tasto multi-funzione, esso consente di accendere una lampadina LED grazie ad una pressione prolungata, e cosa più importante, si illumina di bianco per una carica residua completa, verde media mentre una luce rossa indica uno stato di carica residua radente allo 0; presumo <25%!20160907_133230335_iOS

Conclusione

Consigliamo l’acquisto di questo prodotto? Si, ma non a tutti! Personalmente penso che questo prodotto si rivolga in particolare a coloro che fanno lunghi viaggi, o che più semplicemente devono stare lontani da una fonte energetica per lungo tempo, insomma non facilissimo da portare, ma vanta caratteristiche da top di gamma in questo settore! Potete acquistare questo prodotto su Amazon al prezzo rispettabile di 38,99€ con possibilità di spedizione in un giorno per gli abbonati Prime!


Acquistalo su Amazon | 38,99€

Read More
20160902_141725580_iOS

HUB con ingressi USB 3.0 e Gigabit Ethernet da Aukey – LA NOSTRA RECENSIONE!

Ormai quasi tutti noi possediamo un tablet 2 in 1, data la loro facilità nel trasporto e la possibilità di utilizzo in condizioni più disparate!
Non è tutto oro ciò che luccica, di fatti per mantenere le dimensioni contenute, le case produttrici riducono all’osso la parte hardware per la connettività, spesso infatti troviamo solamente un ingresso USB e uno SD.
Essendo questi due in uno dei veri e propri Personal Computer spesso la presenza di maggiori opportunità di connessione potrebbe notevolmente migliorare l’esperienza d’uso!
Proprio per questo motivo Aukey ci presenta questo HUB USB 3.0 con ingresso ethernet! Andiamo a scoprirlo nella nostra recensione!

Confezione e contenuto

La confezione è realizzata ovviamente in cartone riciclabile.
Già da subito possiamo apprezzare l’eleganza del prodotto, grazie all’immagine stilizzata stampata sopra la scatola! All’interno troviamo:

  • HUB
  • CD driver
  • Libretto di istruzione
  • Cartoncino per la garanzia[gallery columns="5" ids="2346,2344,2345,2347"]

Design e materiali

Il design di questo prodotto può far invidia a qualsiasi altro strumento di questo tipo!
Il corpo è interamente realizzato in alluminio, esso si presenta a mo di piramide con delle dimensioni pari a 14,6 x 9 x 4,6 cm con un relativo peso di 118 g. 61VZ7Fo2RKL._SL1500_
Sul fronte possiamo apprezzare il badge di Aukey, un piccolo led e tre ingressi USB 3.0, sul lato sinistro l’ingresso per cavo di tipo RJ45 mentre sul lato destro il cavo con uscita USB Type-A 3.0 per collegarlo alla nostra macchina!
La costruzione è davvero perfetta e solida, c’è però una pecca: il cavo posto sulla destra è lungo appena 16 cm, dunque può rivelarsi un problema nel caso in cui si possegga un dispositivo con ingresso USB posto in alto, come nel caso del mio Surface Pro 3!

[gallery columns="5" ids="2350,2352,2351,2349"]

Caratteristiche e funzionalità

I tre ingressi USB permettono una velocità massima di trasferimento dati pari a 5 Gbps, circa 10 volte più veloce dello standard USB 2.0; a tal proposito confermo che per usufruire di tale tecnologia bisogna possedere una macchina con supporto 3.0 ed un dispositivo 3.0 collegato all’HUB.
Ovviamente stiamo parlando di USB bus-powered, plug-and-play e hot-swap e può vantare di una protezione interna riguardo la sovracorrente (in ogni porta) per proteggere tutti i dispositivi connessi all’HUB dalla sovratensione!
Il supporto non si ferma ai device 3.0, infatti lo strumento di Aukey offre una retrocompatibilità con USB 2.0 / 1.1 / 1.0.
La casa produttrice afferma che potrebbero esserci problemi nell’utiluzzare dispositivi wireless (come mouse o tastiere senza fili), ma anche in questo caso io non ho trovato alcun problema di sorta!

[gallery ids="2353,2354"]

Come dichiarato precedentemente sul lato è presente l’ingresso Gigabit Ethernet, il quale da la possibilità di connettersi alla rete via cavo ad alta velocità.
Anche stavolta, come per le USB, è presente la retrocompatibilità con l’ethernet 10 / 100 / 1000.
Per usufruire della connessione internet bisogna prima installare i driver presenti nel CD in dotazione, per poi riavviare il sistema; personalmente non ho riscontrato alcuna problematica, dato che il mio Surface ha riconosciuto immediatamente lo strumento di Aukey, installandone dunque i driver appositi!
Non ho riscontrato rallentamenti della mia banda utilizzando questo prodotto, ma facendo uno speed test ho constatato che il valore del ping era superiore alla media. Pura casualità? Chissà. 20160902_143416943_iOS
Basandosi unicamente sulla potenza d’uscita della nostra macchina, quindi senza alimentazione supplementare, si possono riscontrare problemi nel collegare dispositivi ad alta tensione, come ad esempio due dischi rigidi da 1 TB.
Nel caso si utilizzi un portatile della mela morsicata, come ad esempio un Air, collegando più dispositivi ad alta tensione potrebbe non funzionare più il modulo wireless, per risolvere questo problema basta tenersi sotto ai 900mA. 20160902_142624893_iOS
La compatibilità viene offerta per i dispositivi Windows da XP a versioni successive, mentre gli utenti Apple devono forzatamente avere l’aggiornamento Mountain Lion 10.8.2, o superiori!
Non ci sono riferimenti per quanto riguarda la compatibilità per Ubuntu ed Android, soprattutto per quanto riguarda la connessione internet, dunque rimango molto titubante riguardo il corretto funzionamento!20160902_134202573_iOS (1)

Conclusione

Sono rimasto molto soddisfatto da questo prodotto, tanto da diventare uno strumento ormai indispensabile!
Potete acquistarlo su Amazon al più che modico prezzo di 20,99€


Acquistalo su Amazon | 20,99€

Read More
intervista-terremoto-sotto-macerie-1

…Ma io devo andare in bagno. #oancheno

Torno anche oggi a scrivere del terremoto. O meglio: di quello che si sta già trasformando in un grande circo mediatico. Ancora una volta mi scontro col paradosso di dover usare parole per combattere le troppe parole… ma tant’è.

E’ difficile tacere di fronte ai tanti link postati senza criterio, in cui animali e persone sono sullo stesso piano, le denunce sociali sono fatte senza alcun approfondimento, in cui si fa un tutt’uno di migranti, rifugiati, sfollati per sollevare polemiche, che, francamente, sono del tutto inutili, soprattutto in questo momento, soprattutto quando sono figlie di ignoranza e superficialità.

E poi arrivano i giornalisti. Un mestiere difficile, da sempre, e oggi di più. Perché bisogna essere bravi, capaci, preparati; bisogna avere tenacia e coraggio; bisogna studiare e approfondire, verificare le fonti, essere sicuri di ciò che si dice e si scrive. E tutto questo deve essere fatto in tempi velocissimi, col fiato sul collo e le pressioni del direttore, dell’editore, dei propri competitor, della rete, dei social network, di una concorrenza spietata; a volte con una situazione lavorativa estremamente precaria, che mette tensione, toglie forse lucidità e serenità, e spinge alla ricerca dello scoop e dell’unicità a tutti i costi.

Valanghe di immagini e di notizie, pubblicate con foga, tante, così tante, che se all’inizio ti fanno sentire da vicino la tragicità di quello che sta accadendo, poi rischiano di appiattirsi l’una sull’altra e chi le guarda, sebbene inconsapevolmente, comincia a perdere la percezione del confine sottile tra realtà e finzione, tra video reali e film, tra documentario e videogioco. E rischia persino di abituarsi. A poco più di 24 ore dal sisma abbiamo visto tutti migliaia di foto, letto migliaia di parole e tutto rischia di confondersi in un nuovo cumulo di macerie confuse.

Ecco allora che si cercano immagini sempre più forti.

Studio Aperto pensa bene di intervistare una donna ancora intrappolata sotto la macerie. E inizia un dialogo surreale nel quale l’intervistatore cerca maldestramente di rassicurare la poverina, la quale, a sua volta, dice solo: “ma io veramente devo andare in bagno”. Lei non dice: devo fare pipì. Dice: “devo andare in bagno”. Come se potesse muoversi e alzarsi, come se potesse scegliere. Lo dice con pudore, con un’ingenuità e, al tempo stesso, un’eleganza che commuovono e inteneriscono. E che l’intervistatore non coglie. Così arriva il consiglio, geniale, e pubblico: “se le scappa la pipì, la faccia. Lo so che è brutto dirlo, ma la faccia. Io adesso mi allontano un attimino e lei fa la pipì”.

Ecco, è ovvio che, in un contesto simile, nessuno starà lì a pensare se le vittime si sono fatte addosso i propri bisogni o li hanno trattenuti. L’importante è che escano vivi. Eppure, le vittime ci pensano, eccome. Perché stare sotto le macerie non significa essere diventati pupazzi inerti. Chi sta sotto le macerie è una persona con una sua dignità. Che certamente è perfettamente consapevole che la cosa più importante è salvare la vita. Ma che forse si vergogna dei pantaloni bagnati di pipì o dell’aspetto stravolto, che non vuole sentirsi un numero, che magari era andato dal parrucchiere proprio il giorno prima, che desidererebbe farsi una doccia. Stare sotto le macerie non significa perdere il pudore, la dignità, trasformarsi da “persona” in “vittima” del terremoto. Essere estratti dalle macerie non significa trasformarsi in “un” malato, in “uno sfollato”. C’è un nome, un cognome, una storia, un proprio decoro personale che va rispettato e custodito. E per quanto la gravità della situazione richieda interventi urgenti, immediati e lasci poco spazio ad altro, un po’ di rispetto dovrebbe essere mantenuto.

Perciò, quell’intervista si poteva evitare. Chissà se quella donna ha capito con chi stava parlando e chissà se ha capito che una telecamera stava riprendendo i brandelli del suo corpo che si potevano intravedere tra le macerie.

Qualcuno avrebbe dovuto fermare per lo meno la messa in onda dell’intervista. Avrebbe dovuto dire “o anche no”. Come ha fatto, per fortuna, Enrico Mentana, su La 7, gelando la sua inviata che proponeva di mandare in onda la foto di una famiglia morta inviata poco prima alla redazione. O anche no. Non si manda in onda. Perché il dolore ha una sua dignità, di fronte alla quale inchinarsi e tacere.

Maria Cristina Tubaro

http://www.mariacristinatubaro.it/?p=111

 

Read More
IMG_0713

Powerbank Lumsing da 16000 mAh – LA NOSTRA RECENSIONE

State partendo per la villeggiatura e l’incubo riguarda la resistenza della batteria del vostro smartphone? Con il powerbank della Lumsing potrete rilassarvi senza problemi!
Ecco tutti i dettagli del prodotto spiegati con sintesi e chiarezza

Confezione e contenuto

Il power bank ci arriva in una confezione realizzata in cartone di ottima fattura.
Sulla scatola possiamo apprezzare l’immagine del  prodotto insieme alle varie caratteristiche dello stesso.

All’interno, oltre al manuale e ovviamente al powerbank, troviamo un cavo con estremità di tipo USB Type-A da un lato e
Micro-USB dall’altro!

[gallery columns="2" size="large" ids="2123,2122"]

Caratteristiche funzioni e prime impressioni

Il caricatore portatile marchiato Lumsing vanta di un design molto bello ed accattivante.

Esso è realizzato in plastica con delle finiture simil-metalliche.
Nella parte superiore possiamo notare due porte USB Type-A mentre a destra, oltre al tasto d’accensione, dei led che indicano la carica residua e un ingresso Micro-USB che serve per ricaricare il powerbank.
Le dimensioni non sono esagerate, anche se il peso di 358 grammi si fa sentire!
A tal proposito sottolineo la mancata presenza di una pochette dove inserire il dispositivo per il trasporto, così da evitare eventuali danni ed attriti. La stessa pochette sarebbe stata utile anche per conservare in sicurezza ulteriori cavetti.
Nelle specifiche tecniche si afferma che la capacità della batteria è di 16000 mAh con 9 ore totali di carica. Io sono riuscito a caricare l’iPhone 6s ben 7 volte partendo da una carica residua dello smartphone nulla; Mi ritengo molto soddisfatto sotto questo punto di vista!
Il powerbank consente la ricarica in contemporanea di due dispositivi, la quale avviene davvero in tempi brevi.
La tensione in uscita è di 5V e, grazie alla tecnologia Aipower, l’apparecchio è in grado di rilevare il device collegato regolando così la potenza di erogazione. L’amperaggio, a tal proposito, varia da 1.8 a 3 A e dunque offre piena compatibilità con la maggior parte dei device mobili!

[gallery columns="2" size="large" ids="2127,2126"]

Caratteristiche tecniche

Batteria:Batteria a litio
Capacità: 16000mAh
Temperatura di funzionamento: -10~60
Temperatura di stoccaggio: -20~60
Dimensione: 139mm*62mm*22mm±0.5mm
Peso: 295G
Tempo di ricarica: Ca. 10h.
Tensione di uscita: DC 4.7V~DC5.1V(Leer)
Tensione in ingresso: DC 4.8V~DC5.5V
Corrente di ingresso: >0-3A ,due tensione di ingresso USB, Max Output corrente:3.0A.
Corrente di ingresso:> 1.8A(tensione di batteria <3.8V, la tensione di ingresso> DC5.0V)
Vita:> 500 volte

Conclusione

Può questo prodotto essere definito come un ottimo compagno di avventure? Assolutamente si!

Il caricatore portatile offre un design moderno, e cosa degna di nota, un efficienza non trascurabile.

Potete acquistarlo su Amazon al prezzo di 31,99€ con possibilità di spedizione gratuita per gli abbonati prime; Aggiungo a tal proposito che i colori disponibili sono: bianco, nero ed oro!


Acquistalo su Amazon | 31,99€